Dal bullismo alla mancanza di servizi, il progetto dell’Unicef Campania per le scuole di Napoli.

NAPOLI. Un piano didattico per comprendere e aiutare le nuove generazioni. “Per ogni bambino la giusta opportunità” è il titolo del progetto dell’Unicef rivolto alle scuole italiane. Un’iniziativa nazionale, organizzata in partenariato con il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca che, a Napoli gode dell’alto patrocinio dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Il corso è partito il 22 febbraio e ha coinvolto 130 scuole partenopee per 10 incontri. L’ultimo appuntamento si svolgerà giovedì 10 maggio alla scuola media statale “G. Verga” di Napoli (Via Bosco di Capodimonte 75/B), dalle 15,30 alle 18,30. In Campania oggi, il 23% dei giovani tra i 18 e i 24 anni non lavorano, non studiano, né seguono corsi di formazione professionale, in pratica, sono del tutto emarginati. “Napoli da sempre vive un senso di proiezione delle responsabilità – dichiara Margherita Dini Ciacci, presidente comitato Unicef Campania – si tende cioè a scaricare le colpe sull’altro. Dobbiamo imparare a riconoscere le nostre mancanze. Un bambino è vuoto se non viene seguito e questo è un dovere di tutti: scuola, famiglia e istituzioni. Bisogna ripartire dai valori, non dalla materia”. Servizi per il territorio, bullismo, legalità e integrazione sono i temi affrontati dalle diverse professionalità che si sono alternate nel ruolo di relatori. “Chiediamo uno sforzo grande di civiltà – continua la Dini Ciacci – di aprirsi all’accoglienza di tutti i bambini e all’ inclusione sociale. Cercate di comprendere che una città va bene se tutti fanno la propria parte. Le persone che seguono un minore non lo aiutano a diventare persona se non si mettono insieme e lo costruiscono anche come cittadino del mondo e della propria città”. L’ultimo incontro sarà aperto dai sessanta studenti dell’Orchestra scolastica della Scuola Media Verga (l’istituto che ha ospitato il corso), guidati dal Maestro Bruno Persico e con una esibizione esclusiva della vocalist Maresa Galli. Tutti i docenti che hanno partecipato avranno la possibilità di presentare riflessioni sul corso e proposte. Interverranno per l’occasione: Virginia Ciaravolo, Michelangelo Riemma, Armido Rubino, Bruno Palmieri, Maria Landolfo. Angelo Iannelli, meglio conosciuto come Pulcinella, presidente dell’Associazione Vesuvio, si presenterà in costume per il saluto di Napoli ai partecipanti. Margherita Dini Ciacci, Presidente Unicef Campania, ringrazierà ufficialmente la Scuola Verga con la targa Unicef alla Dirigente Scolastica, Luisa Marfella, ricordando a tutti ciò che il Questore di Napoli, Antonio De Iesu, ha detto nel suo intervento al corso come relatore: “Occorre stimolare la sensibilità dei giovani perché imparino a conoscere e quindi praticare la legalità”. Ospite d’onore sarà Gilberto Antonio Marselli, docente emerito dell’Università Federico II di Napoli e per anni consulente scientifico dei corsi di formazione dell’Unicef Campania.

 

Share This
jQuery(function($){ $('.et_pb_post_slider .et_pb_slide').click(function(){ var url=$(this).find('.et_pb_more_button').attr('href'); if (url) { document.location = url; } }); });