La fotografia è la protagonista della quinta giornata di “Imbavagliati”: sono dedicati al lavoro dei fotoreporter gli incontri a cura di Stefano Renna che si sono tenuti martedì 25 settembre al Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania.

Ad aprire il convegno l’importante testimonianza del napoletano Francesco Paolo Cito. Vincitore per ben due volte del World Press Photo, Cito è intervenuto durante il primo dibattito “Io, napoletano nel mondo”, con la proiezione del documentario “A Wide Gaze” di Guido Pappadà dove Cito è protagonista. Alfred Yaghobzadeh ha poi raccontato del suo lavoro nell’incontro  “Professione fotoreporter”.  

Infine si è parlato di “Fotografi da ieri a oggi” durante ’incontro in ricordo dei fotografi protagonisti della mostra “Scatti della memoria”. C’è stata iinoltre la proiezione di foto e storie degli autori raccontate da chi li conosceva professionalmente. Sono intervenuti i fotoreporter di Sergio Siano, Ciro Fusco e Stefano RennaDésirée Klain, direttore artistico di “Imbavagliati”, ha moderato l’incontro.

Grande novità della serata è stata la presentazione del premio “Imbavagliati 2019 – Selezione di fotoservizi giornalistici inediti realizzati da giovani aspiranti fotogiornalisti”. Attraverso questo concorso fotografico – hanno spiegato Stefano Renna e Désirée Klain – si vogliono incoraggiare e premiare i giovani fotoreporter.

ph. Roberta De Maddi

Video di Davide Uccella

Share This
jQuery(function($){ $('.et_pb_post_slider .et_pb_slide').click(function(){ var url=$(this).find('.et_pb_more_button').attr('href'); if (url) { document.location = url; } }); });