L’AFEX ( African Freedom of Expression Exchange) e il NUSOJ (National Union of Somali Journalists) hanno manifestato il loro dissenso nei confronti della sentenza emanata dalla Corte Regionale Marodi Jeeh di Hargeisa, capitale della Somalia che ha condannato il giornalista indipendente Abdimalik Muse Oldon a 2 anni di prigione.

Il reporter avrebbe violato gli articoli 212, 328 e 220 del (vecchio) Codice Penale somalo, quello del 1960. E’ stato cioè accusato di aver pubblicato notizie false, esagerate e tendenziose che hanno arrecato disturbo all’ordine pubblico, perciò il suo comportamento sarebbe da ritenersi anti-nazionalista.

Omar Faruk Osman, Segretario Generale del NUSOJ, ha affermato che questa sentenza va ritenuta oltraggiosa e contraria alla libertà di espressione.

L’AFEX sta cercando di esercitare pressioni nei confronti delle autorità somale affinché si assicurino che i giornalisti godano della massima protezione, anche sul web. A seguito di questa condanna, la Somalia si avvicina a un triste primato planetario sul tema della repressione dei media.

Share This
jQuery(function($){ $('.et_pb_post_slider .et_pb_slide').click(function(){ var url=$(this).find('.et_pb_more_button').attr('href'); if (url) { document.location = url; } }); });