Prima edizione a Napoli del “Premio Pimentel Fonseca”,
conferito alla giornalista russa Oksana Chelyscheva
20 agosto 2015 – Palazzo delle Arti di Napoli (Pan)

La manifestazione, realizzata in collaborazione
con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli
è inserita nell’ambito del Festival di Giornalismo Civile “Imbavagliati”

Nasce a Napoli “Premio Pimentel Fonseca”, che è stato conferito per la sua prima edizione alla giornalista russa Oksana Chelyscheva, giovedì 20 agosto alle ore 19 al Museo Pan – Palazzo delle Arti Napoli. Fortemente voluto dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Napoli, il premio che si inserisce in “FemmeNa – alle origini della creatività”, per il programma di “Estate a Napoli 2015”, è dedicato alla memoria di Eleonora Pimentel Fonseca, patriota e giacobina napoletana e fondatrice del giornale “Monitore Napoletano”, che trovò la morte nei moti rivoluzionari napoletani il 20 agosto del 1799 a piazza Mercato. La manifestazione ha voluto onorare la sua memoria di eroina e ispiratrice di libertà e giustizia, nella ricorrenza della sua scomparsa. “Assume una particolare attualità – ha dichiarato l’assessore Nino Daniele –  nella crisi che segna la costruzione europea ricordare chi, al prezzo della sua stessa vita, ha combattuto per la libertà del popolo, per la democrazia, per l’uguaglianza, la fraternità, per il progresso  della civiltà. Eleonora Pimentel Fonseca vive e vivrà per sempre. La creazione di questo premio a lei dedicato rivela la forte necessità di riflettere sulla sua figura e sui valori politici e culturali che ci ha lasciato. Siamo lieti di consegnarlo quest’anno a una giornalista che, con il suo lavoro e il suo impegno, porta nel mondo, con tutte le contraddizioni mai risolte dei nostri tempi, quegli stessi valori per cui ha combattuto Eleonora Pimentel Fonseca”.
Già premiata nel 2006 da Amnesty International per il suo impegno verso le tematiche riguardanti i diritti civili (Amnesty’s Special Award for Human Rights Journalism Under Thret), la Chelyscheva  è stata collaboratrice della «Novaya Gazeta» per la quale ha lavorato anche con Anna Politkovskaja e membro della «Società per l’Amicizia Russo-Cecena», nata nel 2000 a Nizny Novgorod e a Grozny per informare sulla situazione nel Nord del Caucaso, cercare una soluzione politica al conflitto e assistere le vittime in Cecenia.

Nel corso della cerimonia è intervenuta la professoressa Renata De Lorenzo, presidente della Società Napoletana di Storia Patria sul volume “La riconquista del Regno” di Benedetto Croce; a seguire, un recital dell’attrice Rosaria De Cicco,  accompagnata dalla chitarra di  Cristina Galietto. A consegnare la targa l’assessore Nino Daniele.
Il “Premio Pimentel Fonseca” è collegato ad “Imbavagliati”, il festival internazionale di giornalismo civile, ideato e diretto da Désirée Klain e prodotto dall’Associazione “Periferie del Mondo-Periferia Immaginaria”, per l’Assessorato alla Cultura e il Turismo del Comune di Napoli,  la cui prima edizione si è svolta al Museo Pan di Napoli dal 23 al 29 agosto per “Estate a Napoli”, e che ha dato voce a giornalisti provenienti da difficili realtà sociopolitiche attraverso incontri, discussioni, interviste e un giornale, online – www.imbavagliati.it

 

 

Share This
jQuery(function($){ $('.et_pb_post_slider .et_pb_slide').click(function(){ var url=$(this).find('.et_pb_more_button').attr('href'); if (url) { document.location = url; } }); });