Dal 23 agosto al 29 agosto 2015 – Palazzo delle Arti di Napoli (PAN) – Sala Pan
Mostra a cura di Stefano Renna
Inaugurazione: domenica 23 agosto, ore 18:00

“Nelle fotografie ci sono le persone e la morte, quella violenta, quella pubblica e quella interiore, i volti incuriositi ed anche un po’ provocatori degli scugnizzi di Napoli, le espressioni sofferenti della gente di strada, la sguaiata irriverenza dei malviventi, il lutto, la vergogna, la sopraffazione, il sangue, la violenza, la resa e gli altri sentimenti dell’universo camorristico – spiega Stefano Renna – La fotografia per rappresentare il dramma di un’esperienza fortemente locale, strettamente legata a certi vicoli e a certi quartieri della città, come Scampia o Forcella. La fotografia per descrivere una realtà criminale, forse a lungo sottovalutata, in cui però si è costretti a vivere per una sorta di indigesto obbligo di omertà, segretezza e di silenzio. La fotografia come guida e chiave interpretativa di questo fenomeno e, soprattutto, la fotografia  per dare voce e profondità umana alle vite che ne vengono coinvolte e di conseguenza IMBAVAGLIATI stretti nel silenzio imposto dalla sottile rete della criminalità organizzata tesa ad innalzare sempre di più il muro dell’omertà, del silenzio e del terrore”.

Share This
jQuery(function($){ $('.et_pb_post_slider .et_pb_slide').click(function(){ var url=$(this).find('.et_pb_more_button').attr('href'); if (url) { document.location = url; } }); });